vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

L'Hanban e l'Istituto Confucio di Bologna alla "Bologna Children's Book Fair 2015"

dal 30/03/2015 alle 00:00 al 02/04/2015 alle 18:30

Aggiungi l'evento al calendario
Lo staff dell'Istituto Confucio di Bologna, la dott.ssa Wang Jinhong -responsabile del “Textbook Department” presso Hanban- e i direttori cinesi d

Nel periodo compreso tra il 30 Marzo e il 2 Aprile 2015, a Bologna, si è svolta la rinomata fiera del libro per ragazzi “Bologna’s Children Book Fair”, evento di portata internazionale, dedicato all’industria editoriale e multimediale per ragazzi. Giunta alla sua 52° edizione, la fiera, quest’anno, ha toccato il record di presenze di 35.000 visitatori, provenienti da ben 98 paesi, e ha visto la partecipazione di tantissimi editori, autori, illustratori, agenti letterari, ed in generale di tantissimi operatori editoriali ecc., tutti riuniti al fine di confrontarsi con le nuove tendenze del settore.

L’Istituto Confucio di Bologna, con il supporto dello Hanban -  ufficio centrale del Ministero dell’Istruzione Cinese per la sovrintendenza degli Istituti Confucio in tutto il mondo - ha preso parte alla fiera, esibendo  un’ampia selezione di libri di testo (circa 200 copie e oltre 70 diverse tipologie di materiali e collane)  per lo studio e la didattica della lingua cinese per ragazzi, letture culturali e classiche sulla Cina, nonché romanzi e racconti.

Il nostro staff, per l’occasione, si è avvalso della preziosa collaborazione della dott.ssa Wang Jinhong responsabile del “Textbook Department” presso Hanban, e della sua collaboratrice, dott.ssa Ma Jianan, giunte a Bologna con un ricco bagaglio di esperienza nel settore.

I testi, che il nostro Istituto ha presentato alla fiera, sono tutti editi da Hanban e distribuiti per uso didattico nei vari Istituti Confucio sparsi per il mondo (attualmente circa 400).  Il nostro stand, che ha visto l’afflusso di moltissimi visitatori durante le 4 giornate dell’evento, ha ricevuto molti apprezzamenti dal pubblico. Insegnanti di lingua, illustratori, altri editori,  autori, ma anche semplici “curiosi” hanno avuto modo di valutare e apprendere gli ultimi trend in materia di didattica del Cinese per i più giovani, visionarie i materiali multimediali all’avanguardia, come i poster “sonori”, che l’Hanban ha proposto e godere, seppure in un piccolo assaggio, dell’intenso sapore di una cultura millenaria.

Un successo pieno di significato per questa prima partecipazione del nostro Istituto all’evento più importante al mondo relativo all’editoria per ragazzi.

Accanto alle attività menzionate, ed in concomitanza con la presenza in fiera, l’Istituto Confucio di Bologna ha organizzato una serie di attività collaterali, in particolare una riunione – in data 30 marzo – che ha coinvolto ben 10 direttori cinesi dei vari Istituti Confucio Italiani e della direttrice dell’Istituto Confucio di Lubiana, in cui tra i vari punti all’ordine del giorno, gli ospiti intervenuti hanno avuto modo di analizzare e discutere insieme la situazione attuale relativa all’insegnamento della lingua cinese a bambini/ragazzi in Italia, e le strategie per lo sviluppo e la futura  pubblicazione di materiali e libri di testo a livello locale (Italia) per lo studio della lingua cinese.

Tutti gli ospiti intervenuti hanno poi visitato la fiera e l’Istituto Confucio di Roma, è stato ospitato, all’interno del nostro stand, con la presentazione della rivista “Istituto Confucio” edita da Hanban e curata, appunto, per la redazione italiana, dall’Istituto Confucio presso “La Sapienza”. 

La partecipazione alla “Bologna’s Children Book Fair” ha rappresentato una vetrina importante per il circuito editoriale realizzato dallo Hanban, che in soli 10 anni – il primo Istituto Confucio ha visto la luce nel 2004 a Seul – ha creato una solida rete per l’apprendimento e la divulgazione della lingua e della cultura Cinese. Le numerose case editrici con cui è stato preso contatto durante la fiera hanno manifestato grande interesse per l’attività e l’importanza culturale della mission di apertura all’occidente, che, con così grande impegno e devozione, la Cina si è impegnata a perseguire attraverso la fondazione e il sostegno agli Istituti Confucio.

Per l’Istituto Confucio di Bologna,  in particolare, l’opportunità offerta dalla fiera è consistita nella conquista di un ampio e nuovo “pezzo” di mondo nella sua attività per la divulgazione della lingua e della cultura Cinese, che già dal 2009, viene portata avanti con grande impegno sia a livello regionale che nazionale.

La “Bologna’s Children Book Fair” è una perla che brilla di una luce particolarmente intensa nella lunga collana di attività culturali ed eventi già svolti in passato dal nostro istituto, che ci auguriamo di poter realizzare, con lo stesso successo, anche con la partecipazione alle future edizioni di questo evento, ormai vanto della città Bologna consolidato a livello internazionale.